Bambini e adolescenti: insulinoresistenza migliora con l’esercizio fisico 15 dicembre 2013

adolescenti

Secondo uno studio, frutto della collaborazione fra l’University of Georgia, di Athens, e il Dipartimento di Educazione Fisica dell’Accademia Militare degli Stati Uniti di West Point, l’attività fisica può avere un effetto preventivo nei confronti del diabete di tipo 2; infatti, per il trattamento del diabete l’esercizio fisico è raccomandato a tutte le età dall’Acsm (American College of Sports Medicine), importante organizzazione che opera nell’ambito della ricerca scientifica applicata allo sport.

Inoltre, altre ricerche hanno già provato che, indipendentemente dall’età, un programma di allenamento metodico migliora la regolazione del glucosio.

Rod Dishman, del Dipartimento di Chinesiologia dell’ateneo statunitense, spiega: «Dieta e attività fisica sono tra le prime cose a cui pensare nei pazienti pediatrici in fase pre-diabetica, cioè quando si sta sviluppando l’insulinoresistenza periferica, che prelude alla comparsa della malattia vera e propria.

Messi assieme, l’esercizio e lo stile di vita sano, possono rallentare in modo piuttosto efficace lo sviluppo o la progressione dell’insulinoresistenza. In assenza di un chiaro consenso sul tipo di esercizio da praticare, sarebbe comunque opportuno sviluppare strategie che rendano l’attività fisica quotidiana parte integrante della vita di bambini e adolescenti, specie se a rischio di obesità e diabete».

Prima dello studio di Dishman e colleghi, la letteratura sui rapporti fra attività fisica e insulinoresistenza era limitata al diabete di tipo 1, quindi i ricercatori hanno orientato la loro metanalisi all’ampliamento delle conoscenze sugli effetti che l’attività fisica può avere sui bambini e sugli adolescenti in fase prediabetica, obesi o sovrappeso, selezionando 24 su 546 fonti tratte dai principali database bibliografici sulla letteratura scientifica biomedica, come PubliMedPorticusPhisical Education IndexWeb of Science. Dall’analisi dei dati contenuti è emerso che i valori di insulina a digiuno e dell’insulina-resistenza dei bambini e degli adolescenti traggono beneficio dall’allenamento, lieve o moderato.

 

Fonti
Fedewa MV et al – Exercise and Insulin Resistance in Youth: A Meta-AnalysisPediatrics 2013 Dec 2 [Epub Ahead of Print]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *