Change the tune 5 luglio 2015



E’ il video denuncia che gira da qualche settimana in rete sull’abuso di Coca Cola e altre bibite gassate e zuccherate prodotto 44 anni dopo il primo video del 1971 (vedi sotto) diventato un’icona della storia della pubblicità. Il remake è stato girato dagli attivisti del CSPI (Centre for Science in the Public Interest), un’associazione americana no-profit molto attiva che si occupa di salute e alimentazione, per denunciare i danni alla salute provocati dall’abuso di bibite zuccherate coinvolgendo gli stessi protagonisti di allora. Il remake, com’è evidente, non è girato all’aperto, su una collina, ma in una location ben più triste: in un ospedale, circondati da medici e infermieri. C’è chi è diventato obeso, chi ha scoperto di avere il diabete e chi soffre di piorrea. Per anni sono stati spesi miliardi di dollari per convincere le persone che la soda è sinonimo di felicità e benessere è la chiara denuncia dell’associazione CSPI.

Oggi, è davvero arrivato il momento di cambiare musica e …. contenuto: “it’s time to change the tune. And, as it happens, the lyrics.” Denunciano i promotori dell’associazione CSPI.
La soda e altre bevande zuccherate rappresentano una delle principali fonti di calorie della dieta americana, responsabili dell’aumento dei rischi di diabete, piorrea ed eccesso di peso, condizioni sperimentate in prima persona dai residenti nell’area di Denver che hanno partecipato al video.

“La soda rappresenta solo uno dei numerosi fattori ma è il principale” ha dichiarato il dr. Jeffry Gerber, un medico dell’area di Denver che appare anche nel remake del video. “Come medico che chiede a tutti i suoi pazienti quali cibi e bevande scelgono per la dieta quotidiana, ho potuto constatare la correlazione tra il consumo di soda quotidiano e il maggior rischio di insorgenza di malattie croniche come diabete tipo 2, cardiopatie, e obesità. E’ difficile da parte mia essere convincente in qualità di medico quando il marketing e la pubblicità investono cifre folli in comunicazione e in falsi messaggi persuasivi e patinati.

 

“I’d Like to Buy the World a Coke Commercial”, 1971 by Bill Backer

Nel primo video – Hilltop – girato nel 1971 su una collina romana da Bill Backer, l’allora direttore creativo di McErickson, agenzia pubblicitaria della Coca Cola 200 giovani, provenienti da tutto il mondo, con in mano una bottiglia gelata di Coca Cola, cantavano di pace, amore e fratellanza: “I’d like to teach the world to sing in perfect harmony”, “I’d Like to Buy the World a Coke Commercial…..” “….Vorrei insegnare al mondo a cantare in perfetta armonia……Vorrei comprare al mondo una Coca e fargli compagnia.. È proprio vero, una Coca è quello che il mondo oggi vuole». Il video allora ebbe un enorme successo segnando un passo nella storia della pubblicità.

 

 

Fonti
Center for Science in the Public Interest
– It’s Time to Change the Tune on Soda, Says CSPI, June 23, 2015

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *