Coloriamo la nostra dieta 21 giugno 2013

frutta-e-verduraFrutta e verdura – soprattutto quest’ultima – sono consumate troppo poco da bambini ed adulti in sovrappeso e obesi: troppo spesso si preferiscono alimenti più ricchi di calorie e meno preziosi per la nostra salute.

Consumo giornaliero di frutta e verdura (Rapporto Nazionale PASSI, 2010)

Consumo giornaliero di frutta e verdura

5 porzioni di colore al giorno: salute e buon umore
È noto da tempo che il consumo di 5 porzioni giornaliere tra frutta, ortaggi, legumi e cereali è una pratica da consigliare a tutti, bambini e adulti che siano. Solo così si soddisfa il fabbisogno di nutrienti fondamentali come vitamine, minerali e altre sostanze preziose per la crescita e il mantenimento della salute psico-fisica.

 

Fabio Fiorenzuoli, nel suo recente libro “I colori della salute” paragona a un tetto protettivo tutte le sostanze colorate presenti nella frutta e nella verdura. 

frutta-e-verdura-colorata

 

Buone abitudini: a ciascun colore proprietà diverse, tutte utili
Una cosa che forse non tutti sanno è che basandosi sul colore è possibile assicurarsi le diverse proprietà di frutta e verdura che sono dovute proprio ai loro pigmenti, considerati veri e propri farmaci vegetali. Ecco allora che diventa una buona (e divertente!) abitudine mettere ogni giorno nel piatto e  nel bicchiere colori diversi, evitando diete monotone e ripetitive. Si possono utilizzare anche gli spuntini come pause “colorate”: dalla frutta al naturale o in macedonia (fresca), alle spremute di agrumi e di ananas o altri frutti, dai centrifugati di carote e altre verdure ai succhi di pomodoro.

Nonostante siano circa 2.000 le sostanze che colorano frutta e verdura la maggior parte di essi può essere compresa in cinque grandi gruppi colorati: i colori della salute. Tutti i colori della frutta e della verdura che portiamo in tavola non sono dovuti a singole sostanze bensì a miscele di numerosi e variabili costituenti chimici che la natura si diverte a mischiare. Alcuni più concentrati di altri, in un periodo piuttosto che un altro del ciclo biologico del singolo alimento.

 

I colori della salute: 5 grandi gruppi ricchi di preziosi nutrienti

BIANCO
aglio, cavolfiori, cipolle, fagioli, finocchi, funghi, porri, sedano
mela, pera, banana

GIALLO-ARANCIO
carote, peperoni, zucca
albicocca, agrumi, clementine, kaki, melone, nespole, pesche

ROSSO
barbabietole rosse, pomodori, rapanelli, rape rosse
anguria, arance rosse, ciliegie, fragole, fragoline di bosco

VERDE
asparagi, barba di frate, basilico, biete, broccoletti, broccoli, carciofi, cavoli, cetrioli, cicoria, cime di rapa, cornetti (fagiolini), indivia, lattuga, piselli, prezzemolo, rucola, spinaci, taccole, zucchine, mele, uva bianca

BLU-VIOLA
melanzane, radicchio
fichi, frutti di bosco (more, mirtilli, lamponi), prugne, uva nera

 

 

Fonti
Asprea B – Bambini in sovrappeso. 2° edizione, Tecniche Nuove, 2012
Firenzuoli F – I colori della salute. Tecniche Nuove, 2012
Moriondo C – Il manuale dell’alimentazione. Hoepli Ed, 2011
Veronesi U – Il libro della salute. Fondazione Umberto Veronesi, RCS, 2012
Marray M et al – Enciclopedia della nutrizione. Dalla A alla Z tutti i cibi che guariscono. Tecniche Nuove, 2009