Come valutare la propria forma fisica? 5 ottobre 2015

forma fisicaPrima di iniziare qualsiasi programma di allenamento fisico (per dimagrire, per rimettervi in forma, per migliorare l’elasticità, per potenziare i muscoli) è indispensabile fare un controllo del proprio stato di salute. Questo vale sia per chi comincia a praticare uno sport, sia per coloro che sono inattivi da tempo.

La buona forma fisica (il cosiddetto “fitness” degli inglesi per usare un termine oggi molto in voga) è data dall’insieme di molteplici fattori. Vediamone alcuni.

 

I FATTORI CHE DETERMINANO LA FORMA FISICA

1

L’EFFICIENZA CARDIO-VASCOLARE (CV)
Misura la capacità del nostro corpo di immagazzinare, trasportare  e utilizzare l’ossigeno.

2

LA POTENZA MUSCOLARE
Rappresenta la potenza massima che un muscolo può generare sotto sforzo, per esempio usando manubri o attrezzi di altro genere.

3

LA RESISTENZA MUSCOLARE
Esprime la capacità di un muscolo di esercitare contro una resistenza una forza inferiore a quella massima ma per un determinato periodo di tempo.

4

L’ELASTICITA’
Rappresenta la massima gamma di movimenti possibili intorno a una singola articolazione.

5

LA DESTREZZA
È la capacità muscolare che migliora equilibrio, coordinazione, agilità, velocità e tempi di reazione.

Valori alti di questi parametri, insieme ad altri fattori come il benessere mentale, emotivo, sociale e spirituale determinano il “BENESSERE TOTALE” di ciascuno di noi.

Fonte: S Keogh – Tonificazione completa, Edizioni RED, 2009

Lo stile di vita
Lo stile di vita è il fattore che influisce di più sul benessere psico-fisico di una persona. Fumo, attivo e passivo, consumo eccessivo di alcolici, alimentazione troppo ricca di grassi e zuccheri raffinati e povera di fibre, elevate quantità di sale, stress e vita sedentaria sono tutti fattori che incidono fortemente sulla propria forma fisica.
La predisposizione genetica
La predisposizione genetica può determinare abilità e reazioni differenti allo stesso esercizio.

La tipologia corporea
Se si è snelli e agili si è più predisposti ad attività “sulla lunga distanza”, se si è di costituzione solida e possente si è più portati a sport che richiedono l’uso della forza (sollevamento pesi, lancio del disco, del martello, del giavellotto ….).

L’età
Anche l’età condiziona la performance fisica (le ossa diventano più fragili, i muscoli insieme a tendini e legamenti si accorciano, le articolazioni si consumano, il cuore è più stanco ma va considerato che un’attività fisica regolare è un ottimo antidoto per contrastare gli effetti del tempo).

Lo stato generale di salute
È un altro parametro importante da valutare prima di intraprendere un’attività fisica regolare insieme al proprio medico o al medico della palestra per creare un piano personalizzato.

 

Correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *