Comportamenti a rischio nei bambini 20 ottobre 2014

Obesità infantile

Il sistema di sorveglianza in età infantile OKkio alla SALUTE del Ministero della Salute ha evidenziato abitudini e stili di vita poco confortanti, a cominciare da quelle dei bambini più piccoli.

Abitudini alimentari scorrette nei bambini

  • 1 bambino su 10 (9%) non fa colazione
  • il 30% fa una colazione non adeguata (cioè sbilanciata in termini di carboidrati e proteine)
  • 8 bambini su 10 eccedono nella merenda di metà mattina
  • 1 bambino su 4 non consuma frutta e verdura fresca
  • il  50% consuma bevande zuccherine e/o gassate durante la giornata
  • molti bambini abusano fuori pasto di merendine e dolci fin dai primi anni di vita
  • eccessiva velocità nel consumo del pasto unita a bassi livelli di attività fisica

La diffusione di queste abitudini alimentari scorrette tra i bambini (di cui spesso i genitori non si rendono conto)
non favorisce la loro crescita armonica e li predispone all’aumento di peso, soprattutto se sono concomitanti
e associati a una scarsa attività fisica.

Per quanto riguarda la raccolta di informazioni sulla corretta alimentazione dei propri figli, lo studio Zoom8 condotto nel 2009 dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) ha rilevato che i genitori fanno riferimento per lo più agli operatori sanitari e ai pediatri e che risultano più aggiornati quelli residenti al Nord e con titolo di studio elevato. Secondo i genitori interpellati, il benessere dei propri figli potrebbe essere migliorato:

  • riducendo la pubblicità sugli alimenti confezionati;
  • aumentando le ore di attività fisica svolte a scuola;
  • potenziando le strutture sportive pubbliche.

Abitudini alimentari nei bambini italiani

Fonte: OKkio alla Salute, Ministero della Salute, 2010

 

Fonti
Quaderni del Ministero della Salute, n.10 luglio/agosto 2011;
OKkio alla Salute, Ministero della Salute, 2010;
Progetto O.N.I.C.E – Obesità Narrata in Italia – verso una Cura Efficace