Dieta vegana: nei bambini/adolescenti obesi riduce il rischio cardiovascolare 26 febbraio 2015

Dieta vegana: nei bambini/adolescenti obesi riduce il rischio cardiovascolare

Un recente studio pubblicato su The Journal of Pediatrics, ha evidenziato che nei bambini obesi un’alimentazione prevalentemente vegetale e a basso contenuto di grassi riduce il peso corporeo e ha un effetto protettivo sul rischio cardiovascolare, che si riduce, e quello di sviluppare ipertensione. L’abitudine a una dieta vegetariana migliora inoltre i livelli di colesterolo e la sensibilità all’insulina favorendo una migliore salute futura.

 
Lo studio, condotto alla Cleveland Clinic e coordinato dal pediatra Michael Macknin, ha confrontato per un mese una dieta vegana con la dieta consigliata dall’American Heart Association (AHA) in 28 soggetti obesi di età tra i 9 e i 18 anni , con valori elevati di colesterolo nel sangue, proponendo la medesima dieta anche a uno dei genitori. La dieta vegana proposta era a base di vegetali e cereali integrali con avocado e noci, senza grassi o prodotti animali. Alla fine del mese di studio, tale dieta ha prodotto miglioramenti significativi in nove parametri: indice di massa corporea (IMC o BMI), pressione arteriosa massima (sistolica), circonferenza vita, colesterolo totale, colesterolo “cattivo” (colesterolo-LDL) e valori di insulina nel sangue (insulinemia), oltre a due marcatori comuni di cardiopatia: mieloperossidasi e proteina C-reattiva ad alta sensibilità.

La dieta dell’AHA prevedeva frutta, verdura, cereali integrali e non, poco sodio, basso contenuto di grassi, oli vegetali selezionati, carne magra e pesce con moderazione. I bambini che hanno seguito questa dieta hanno manifestato miglioramenti significativi solo in quattro dei nove parametri: indice di massa corporea, circonferenza vita, e mieloperossidasi. “Considerato che il numero di bambini obesi con colesterolo elevato continua a crescere” ha affermato Macknin, primo autore e coordinatore dello studio, “sono da auspicare efficaci modifiche dello stile di vita per aiutarli a invertire i fattori di rischio per le malattie cardiache, in modo da garantire loro un futuro di salute migliore.» Gli autori hanno concluso lo studio sottolineando che le diete a base vegetale sono utili nella prevenzione delle malattie cardiovascolari negli adulti, ma che nei bambini i dati sono ancora insufficienti. «Le malattie cardiovascolari iniziano nell’infanzia, e se siamo riusciti a osservare miglioramenti significativi nell’arco di un mese, possiamo intuire il potenziale benefico correlato a un’alimentazione vegana a lungo termine in un’intera popolazione» ha concluso Macknin.

 

Fonte
Macknin M – Plant-Based, No-Added-Fat or American Heart Association Diets: Impact on Cardiovascular Risk in Obese Children with Hypercholesterolemia and Their Parents. J Pediatr 2015. doi: 10.1016/j.jpeds.2014.12.058

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *