È bene crearsi uno spazio di sfogo alternativo allo sgranocchiamento continuo? 19 settembre 2016

A cura del dr. Emanuel Mian, psicologo/psicoterapeuta
 
È senz’altro una buona idea. L’ideale è pensare ad attività che piacciono e sceglierne almeno una, da praticare in modo regolare. Può essere uno sport o un hobby come curare il giardino, suonare uno strumento o dipingere, imparare a ballare e mille altre cose. L’importante è essere in grado di coltivarla nel tempo, trasformandola in un appuntamento fisso (almeno 2-3 volte alla settimana), atteso e desiderato, utile per creare una sorta di rituale di distacco dagli impegni quotidiani, una valvola di sfogo all’accumulo delle proprie emozioni.