È vero che le verdure amare riducono l’appetito? 13 febbraio 2015

Iniziare il pasto con un piatto di verdura cruda amara (cicoria, finocchio, radicchio, crescione, soncino, insalata belga, cavolo verde, ravanelli, scarola, rucola, tarassaco) rappresenta una scelta dietetica che ha proprio lo scopo di generare sazietà e di fornire fibra alimentare in grado di controllare l’assorbimento intestinale di glucosio, aminoacidi, grassi e colesterolo.

Il gusto amaro è generato dai polifenoli vegetali (antiossidanti naturali che comprendono i flavonoidi) e procura sazietà sensoriale. I vegetali possono essere scelti in base ai propri gusti e alla stagione.

È consigliabile sminuzzarli per esaltarne il potere antiossidante e la loro attività alcalinizzante ma anche per favorirne la digestione gastrica.

 

Fonte
Dalle calorie alle molecole. Rossi PL, Specialista in scienza dell’alimentazione. 2014