Esiste anche una forma genitale di psoriasi? 10 luglio 2015

La psoriasi genitale rappresenta una delle più comuni dermatosi della mucosa genitale dove si manifesta con placche ben delimitate, simmetriche, di colore rosso acceso, localizzate nella donna intorno al monte di Venere e alle grandi labbra ma anche al perineo e nella piega tra i glutei; in quest’ultimo caso con la spiccata tendenza alla formazione di ragadi e fessurazioni. La psoriasi vulvare può riscontrarsi anche nelle bambine e nelle ragazze in età prepuberale.

Nell’uomo può localizzarsi più facilmente sulla cute del pene, sotto al prepuzio e intorno al glande. Le squame grigio-argentee tipiche della psoriasi a placche non sono presenti nelle pieghe genitali a causa della macerazione del tessuto.

Per ovvi motivi la psoriasi genitale è causa di notevole disagio ed imbarazzo e può influenzare in modo considerevole la qualità della vita e il benessere psicosessuale di chi ne soffre e del partner.

 

La psoriasi genitale si associa quasi sempre alla psoriasi a placche, talvolta alla psoriasi inversa o a quella pustolosa, solo nel 2-5% dei casi è l’unica manifestazione della malattia.

Il trattamento in questi casi – oltre alla terapia farmacologica indicata dal ginecologo o dall’andrologo – prevede l’allontanamento da fattori irritanti quali saponi e lozioni, lasciando l’area genitale fresca e asciutta; la detersione intima deve essere ottenuta con un prodotto specifico delicato, non aggressivo per le mucose e senza profumazione.

 

Fonti
– Meeuwis KAP et al – Genital psoriasis: a systematic literature review on this hidden skin disease. Acta Derm Venereol 2011, 91: 5-11
– 
Lotti T, Genazzani AR – Dermatologia ginecologica, CIC Ed. Internazionali, 2008