Perché l’eccesso di peso aumenta la frequenza cardiaca? 5 luglio 2017

L’eccesso di peso e il conseguente accumulo di massa grassa rappresenta una delle cause più frequenti e importanti dell’aumento dei battiti cardiaci e del rischio cardiovascolare, sia nell’uomo che nella donna; in quest’ultima soprattutto dopo la menopausa, quando calano gli estrogeni, gli ormoni femminili per eccellenza.
Al contrario di quanto si pensi, il grasso accumulato (tessuto adiposo) non è un organo inerte ma intensamente vascolarizzato, cioè molto ricco di vasi sanguigni che apportano sostanze nutritive e che ne consentono il ruolo di deposito dell’energia vitale da sfruttare in caso di necessità.

Ad ogni chilo di peso in eccesso aumenta il lavoro del cuore
Il professor Pier Luigi Rossi, Specialista in Scienza dell’Alimentazione e in Igiene e Medicina Preventiva afferma che “ ad ogni chilo di grasso accumulato in eccesso corrispondono ben 3 chilometri di nuovi capillari sanguigni.” Facendo un semplice esempio, ciò significa che un accumulo di 15 chili in eccesso rispetto al proprio peso vuol dire avere una rete vascolare di 45 km in più rispetto al normale letto vascolare correlato alla propria costituzione. Ma qual è il problema di avere più vasi e quindi più sangue che scorre? La risposta è: un sovraccarico del cuore che deve pompare più sangue del dovuto. Il risultato finale sarà un aumento dei battiti cardiaci (frequenza cardiaca), della pressione arteriosa (maggior rischio di ipertensione arteriosa) e del lavoro cardiaco, che nel loro insieme incrementano il rischio di malattie cardiovascolari, che aumenta anche con l’aumentare dell’età.

Possiamo allora capire come perdere peso voglia dire proteggere il cuore, in quanto ogni chilo di massa grassa perso riduce il letto vascolare e di conseguenza il lavoro cardiaco.

 
Come valutare la propria frequenza cardiaca valutare-frequenza-cardiaca
Conoscere i propri battiti del cuore è un gesto preventivo piuttosto semplice e veloce, che può e dovrebbe essere fatto regolarmente da ciascuno di noi. Basta porre i 4 polpastrelli della mano direttamente sulla parte inferiore del polso, dove passa l’arteria radiale, e contare il numero dei battiti cardiaci in un minuto. Esistono anche delle application per smartphone, sia per Apple che per Android, che possono aiutare a farlo. A riposo, sono considerati nella norma valori di 50-60 battiti al minuto che corrispondono a una frequenza cardiaca giornaliera di 70-80.000 volte. Quando si superano i 70 battiti al minuto, il cuore comincia a doversi impegnare di più: maggiore è il numero di battiti a riposo, maggiore è l’impegno a cui è sottoposto il cuore. Se lo stress persiste a lungo, il cuore tende ad invecchiare e degenerare prima.

 

Fonti
– Rossi PL – Dalle calorie alle molecole. Il nuovo orizzonte del controllo del peso. Aboca 2014
– Brambilla L – Cuore, fitness e salute. Prevenire con il farmaco del futuro: l’esercizio fisico. Mattioli 1885 Ed, 2010
– Chintala KK, Krishna BH, N MR – Heart rate variability in overweight health care students: correlation with visceral fat. J Clin Diagn Res 2015 Jan;9(1):CC06-8
– Smith U – Abdominal obesity: a marker of ectopic fat accumulation. J Clin Invest 2015 May 1;125(5):1790-1792
– Lim S, Meigs JB – Links between ectopic fat and vascular disease in humans. Arterioscler Thromb Vasc Biol 2014 Sep;34(9):1820-6
– Lee JJ, Yin X, Hoffmann U et al – Relation of Pericardial Fat, Intrathoracic Fat, and Abdominal Visceral Fat With Incident Atrial Fibrillation (from the Framingham Heart Study)Am J Cardiol 2016 Nov 15;118(10):1486-1492
– 
Souza BB, Monteze NM et al – Lifetime shift work exposure: association with anthropometry, body composition, blood pressure, glucose and heart rate variabilityOccup Environ Med 2015 Mar;72(3):208-15
– 
Chintala KK, Krishna BH, N MR – Heart rate variability in overweight health care students: correlation with visceral fat. J Clin Diagn Res 2015 Jan;9(1):CC06-8
– 
Brambilla L – Cuore, fitness e salute. Prevenire con il farmaco del futuro: l’esercizio fisico. Mattioli 1885 Ed, 2010– Smith U – Abdominal obesity: a marker of ectopic fat accumulation. J Clin Invest 2015 May 1;125(5):1790-1792
– 
Rossi PL – Dalle calorie alle molecole. Il nuovo orizzonte del controllo del peso. Aboca 2014
– 
Lim S, Meigs JB – Links between ectopic fat and vascular disease in humans. Arterioscler Thromb Vasc Biol 2014 Sep;34(9):1820-6
– 
Yano Y, Haimoto H et al – Evening heart rate measured at home is associated with visceral obesity and abnormal fat distribution in patients with hypertensionAm J Hypertens 2011 Jul;24(7):783-8
– 
Carroll D, Phillips AC, Der G – Body mass index, abdominal adiposity, obesity, and cardiovascular reactions to psychological stress in a large community samplePsychosom Med 2008 Jul;70(6):653-60