Perché si diventa obesi? 21 gennaio 2012

L’obesità è una malattia cronica dovuta alla complessa interazione di diversi fattori: genetici, ambientali, di stile di vita, sociali e psicologici. I fattori genetici non sono modificabili e secondo le più recenti ricerche sono responsabili di circa l’80% della predisposizione di una persona a sviluppare l’obesità e possono condurre direttamente all’obesità quando è in associazione con diverse patologie (per esempio il diabete di tipo 2). Anche l’ambiente dove si vive (influenze ambientali, culturali e sociali) e il proprio stile di vita (eccessivo introito calorico, abitudini alimentari scorrette, vita sedentaria etc) hanno un forte impatto sull’insorgenza dell’obesità.
Anche fattori psicologici possono incidere sull’insorgenza dell’obesità (il cibo come rifugio e protezione , come risposta all’ansia, alla depressione, allo stress nervoso, la dieta come “ soluzione magica” del proprio malessere, “ ….. un modo per essere notati ma allo stesso tempo desiderare di scomparire con la tappezzeria sul muro….. è un grido d’aiuto soffocato nel grasso” scrive Marina Biglia nel suo libro “Il Peso Irragionevole” ). Infine, alcune malattie possono causare obesità o aumento di peso. Tra queste, per esempio: l’ipotiroidismo, la depressione, alcuni problemi neurologici che portano una persona a mangiare troppo.