Quali sono i segni caratteristici della psoriasi ungueale? 10 luglio 2015

Una o più delle seguenti alterazioni possono essere presenti nella stessa unghia o in unghie differenti della stessa persona. Per qualsiasi dubbio è consigliabile chiedere consiglio al dermatologo o al centro di cura della psoriasi.

 

PITTING
Piccole depressioni superficiali puntiformi della lamina ungueale che conferiscono un caratteristico aspetto a “ditale da cucito” all’unghia psoriasica. Il pitting si manifesta con grande frequenza (80%) nelle unghie psoriasiche soprattutto delle mani. Sono indice di anomalie della matrice prossimale dell’unghia.

 

ONICOLISI
Distacco parziale della lamina dell’unghia dal suo letto (specialmente laterale e dal margine libero) a causa di una malattia o di un trauma. L’unghia appare opaca e di un tipico colore bianco-grigiastro con un margine giallo-bruno. Può essere spesso confusa con un’infezione da funghi dell’unghia (onicomicosi).

 

CHIAZZE COLOR SALMONE (A “MACCHIA D’OLIO”)
Macchie ovalari simili alle chiazze d’olio, di piccole dimensioni, con margini sfumati; sono caratteristiche della psoriasi. Compaiono sulla lamina dell’unghia e hanno un colore dorato o più spesso tendente al salmone. Vengono anche denominate “Macchie di Grotton”.

 

EMORRAGIE “A SCHEGGIA”
Striature emorragiche subungueali che decorrono lungo l’asse maggiore della lamina ungueale. Possono presentarsi anche circoscritte e puntiformi. Sono dovute alla rottura dei microcapillari presenti tra il letto e la lamina ungueale.

 

IPERCHERATOSI SUBUNGUEALE
Cumulo squamoso di vario spessore di cellule cutanee al di sotto del margine libero dell’unghia. Tali cellule si riproducono ma non vanno incontro a desquamazione; si accumulano e aderiscono saldamente al letto dell’unghia psoriasica sollevandone la lamina in prossimità del margine distale, quello libero. Crea un ispessimento dell’unghia, parziale o totale, di colorito bianco-giallastro caratteristico dell’unghia psoriasica. Lo spessore dell’ipercheratosi ne definisce la gravità: inferiore a 2 mm = lieve; 2-3 mm = moderata; superiore a 3 mm = grave.

 

LEUCONICHIA
Piccole chiazze di colorito biancastro, puntiformi o lineari, disposte trasversalmente sulla lamina dell’unghia. Le chiazze si spostano man mano con la crescita della lamina e possono anche scomparire una volta arrivate al margine libero dell’unghia. La causa è sconosciuta. Non è caratteristica esclusiva della psoriasi ungueale, si manifesta – infatti – anche in altre malattie ungueali.

 

LINEE DI BEAU
Solchi o creste trasversali, spesso più accentuati al centro della lamina, che rappresentano la traccia lasciata da ripetute alterazioni dell’accrescimento dell’unghia. Si muovono distalmente con la crescita della lamina. Interessano soprattutto le unghie delle mani in corso di psoriasi pustolosa. Questo segno non è caratteristica esclusiva della psoriasi ma può associarsi anche a molte altre malattie (febbre molto alta, infezioni, debilitazione fisica, malattie cardiache o polmonari, patologie vascolari periferiche, diabete, traumi, eczema, morbo di Hodgkin) che possono colpire la matrice ungueale limitandone la funzione.

 

Fonti
– Prignano F – Onicopatia psoriasica. Scripta Manent Ed, 2011
– 
Jiaravuthisan MM et al – Psoriasis of the nail: Anatomy, pathology, clinical presentation and a review of the literature on therapy. J Am Acad Dermatol 2007;57:1-27