Gastroplastica verticale – Variante Mason / Mc Lean 21 gennaio 2012

La gastroplastica verticale è un intervento gastrorestrittivo che riduce le dimensioni dello stomaco a una piccola tasca verticale poco più grande di una siringa (15-20 cc) che comunica con il resto dello stomaco con uno stretto orifizio (circa 1 cm).
La tecnica originale della gastroplastica verticale è quella ideata da Mason da cui poi sono derivate alcune varianti che cambiano il rapporto della tasca gastrica con la parte restante dello stomaco.

 

PERDITA DI PESO: Circa il 50-60% del peso in eccesso con ampia variabilità di risultati nel lungo periodo

Il tipo di metodo e la tecnica di Mason e la variante secondo Mac Lean

  • Nella Gastroplastica verticale secondo Mason la tasca gastrica cilindrica è separata dal resto dello stomaco da una sutura verticale meccanica (senza taglio) e dall’utilizzo di un bendaggio di rinforzo con un anello di materiale sintetico (polipropilene inestensibile)
  • Nella Gastroplastica verticale secondo Mac Lean che rappresenta un’evoluzione della prima, la tasca gastrica è separata da un taglio e da una cucitura, procedimento che rinforza la separazione (linea di partizione gastrica) ed evita il rischio di cedimento della sutura con conseguente inefficacia dell’intervento. Anche in questa tecnica è previsto il bendaggio di rinforzo. La tecnica di Mac Lean può essere eseguita in laparoscopia quindi senza apertura chirurgica dell’addome (laparotomia)
  • Esiste anche un’ulteriore variante alla gastroplastica verticale di Mason/Mac Lean in cui è prevista una tubulizzazione più lunga dello stomaco (vedi Gastroplastica verticale variante di Magenstrasse/Mill). Questa variante non è attualmente considerata dal Consenso Informato della SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche).
VANTAGGI
  • E’ una tecnica di semplice esecuzione
  • La variante di Mac Lean consente di eseguirla per via laparoscopica
  • Garantisce in genere un buon calo di peso anche a distanza
  • Ha una bassa incidenza di complicanze
SVANTAGGI
  • Richiede un’elevata adesione della persona obesa al regime dietetico appropriato dopo l’intervento
  • E’ controindicata in presenza di alcuni disturbi del comportamento alimentare (per esempio nelle persone obese che mangiano molti dolci morbidi che possono passare più facilmente la tasca gastrica
    oppure per chi mangiucchia di continuo piccoli bocconcini)
  • E’ parzialmente reversibile (la funzione digestiva non viene alterata, ma l’anatomia gastrica si)

 

POSSIBILI COMPLICANZE SPECIFICHE NEL TEMPO

  • Infiammazione gastrica, gastrite (Tecnica di Mac Lean)
  • Creazione di una fistola gastro-gastrica (passaggio tra la tasca e il resto dello
    stomaco (Tecnica di Mason) che necessita un nuovo intervento
  • Episodi di reflusso gastroesofageo fino alla vera e propria malattia (MRGE)
  • Allentamento delle suture con aumento del volume della tasca (Tecnica di Mason)
  • Vomito ricorrente in caso di pasti troppo abbondanti o di difficoltà di svuotamento gastrico (Tecnica di Mac Lean)
  • Cicatrice dovuta al bendaggio di polipropilene creando un eccessivo restringimento (stenosi). In questo caso è necessario riallargare il passaggio (mediante endoscopia o nei casi più gravi con un nuovo intervento)
  • Progressiva erosione della  parete gastrica da parte del bendaggio.

 

POTENZIALI PROBLEMI ED EFFETTI SECONDARI

Nausea e vomito

Se compaiono dopo il consumo di un nuovo cibo, aspettare qualche giorno e poi riprovare.
E’ consigliabile

  • Consumare quantità ridotte di cibo
  • Masticare a lungo
  • Mangiare lentamente

Sete eccessiva
Bocca secca

Si manifestano in particolare quando compaiono vomito o diarrea.
E’ consigliabile

  • Reintegrare i liquidi persi
  • In genere si raccomanda il consumo di 1.5 l di liquidi

Diarrea e malessere postprandiali

Verificare che non si tratti di intolleranza al lattosio.
E’ consigliabile

  • Consumare pasti solidi, secchi
  • Preferire cibi ricchi di carboidrati complessi
  • Evitare gli zuccheri semplici

Dolore
 durante il pasto

E’ consigliabile

  • Smettere di mangiare
  • Aspettare un po’ di tempo e poi riprovare

Stitichezza

E’ consigliabile

  • Consultare il medico per le opportune modifiche alimentari
  • Sono raccomandate: frutta/succhi di frutta, verdure, fibre

Diarrea

E’ consigliabile

  • Limitare i cibi ricchi di fibre, latte, formaggi e latticini in genere
  • Evitare il consumo di grassi e condimenti
  • Bere grandi quantità di liquidi

Difficoltà ad ingerire cibi

Può essere dovuta a una temporanea ostruzione del piccolo passaggio tra le tasche gastriche.
E’ consigliabile

  • Masticare molto bene e a lungo
  • Mangiare lentamente

Rottura dei punti di sutura
Distensione dello stomaco

  • Non sono frequenti.

E’ consigliabile

  • Masticare molto bene e a lungo
  • Evitare pasti troppo voluminosi ma distribuirli in piccole quantità (in particolare nel primo periodo dopo l’intervento

Aumento di peso
Scarso dimagrimento

E’ consigliabile

  • Consultare lo specialista o il proprio team che raccoglierà una dettagliata anamnesi (storia) alimentare e sullo stile di vita (attività fisica regolare o meno)  per arrivare a definirne
    le cause (per es. eccessivo consumo di cibi/bevande/frullati ipercalorici, merendine etc)