Gioco di squadra contro l’ obesità infantile 3 marzo 2015

È quanto è avvenuto in Finlandia, nella cittadina di Seinäjoki, dove una strategia globale del municipio è riuscita nel giro di soli sei anni a dimezzare l’ obesità infantile, attirando anche le attenzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un esempio da prendere in considerazione anche da noi.  

Fino a 6 anni fa, nella cittadina finlandese di Seinäjoki, quasi 1 bambino su 5 con meno di 5 anni era sovrappeso od obeso finché non è intervenuto il Dipartimento della Salute municipale e lo ha fatto con la determinazioni giusta per cambiare le cose e in tempi brevi ci è riuscito. Come ha fatto?
Con un intelligente quanto efficace gioco di squadra che ha consentito di ridurre del 50% l’incidenza di sovrappeso e che ancora sta raccogliendo i suoi frutti tanto da essere portata come modello a livello internazionale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Un gruppo di lavoro del Dipartimento della Salute ha infatti studiato un piano che coinvolgesse tutti i settori: dalla cultura all’urbanistica, dallo sport al tempo libero fino ad aree anche apparentemente lontane dal problema dell’eccesso di peso. Lavorando in modo sinergico e propositivo con asili, scuole, gruppi di genitori, ogni dipartimento comunale ha contribuito con una proposta specifica. Alcuni esempi? La ristrutturazione e l’ampliamento delle aree giochi esterne alle scuole, l’aumento delle ore dedicate all’attività fisica, il bando di merendine e junk food dai distributori automatici, la presenza scolastica di esperti nutrizionisti, l’educazione a una sana educazione alimentare ai bambini etc.
È stato, inoltre, inserito un esame a fine anno per valutare sia i progressi raggiunti dai singoli plessi scolastici che sia le conoscenze acquisite dai genitori invitati a frequentare un periodo di formazione sulla sana alimentazione.
Alcuni istituti hanno anche introdotto con grande successo corsi di cucina. Piccole iniziative che nel loro complesso sono riuscite a determinare in poco tempo risultati concreti documentando che se si vuole combattere il problema dell’obesità in modo efficace si può, a tutto vantaggio della buona salute dei bambini che rappresentano le generazioni future. Le buone abitudini si prendono sin da piccoli, se vengono insegnate in modo adeguato. E difficilmente si dimenticano.

 

Fonte
Finland curbs childhood obesity by integrating health in all policies.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *