Randomizzazione, randomizzato, studio clinico randomizzato, studio at random, at random

Nel corso di uno studio clinico at random, la randomizzazione consiste nell’attribuzione casuale di ogni paziente che man mano viene ammesso al gruppo dei casi in trattamento sperimentale oppure al gruppo di controllo (trattamento standard, placebo o altro trattamento di confronto).

La randomizzazione si ottiene attraverso una procedura che garantisca a tutti i pazienti la stessa probabilità di essere assegnati ai relativi gruppi.
Se correttamente utilizzata, questa procedura costituisce gruppi di trattamento comparabili e omogenei, ossia bilanciati per tutti quei fattori prognostici capaci di influire sull’esito clinico dei pazienti (età, malattie concomitanti, fattori di rischio etc).
Così si raggiungono le condizioni necessarie per confrontare in modo attendibile e rigoroso i risultati tramite test statistici.