Steatosi epatica

La steatosi epatica (“fegato grasso”) consiste in un accumulo di grassi all’interno delle cellule epatiche che normalmente sono presenti solo in piccolissime tracce. In genere, i grassi che si accumulano sono i trigliceridi. Il fegato è la sede abituale di questo sovraccarico a causa del suo ruolo fondamentale nel metabolismo.

Cause
Le cause principali di steatosi epatica sono l’abuso di alcolici, il diabete di tipo 2, l’ obesità, un’alimentazione abitualmente ipercalorica e alcune intossicazioni e/o avvelenamento da sostanze come il tetracloruro di carbonio, il tricloroetilene o il cloroformio o ancora alcune malattie metaboliche molto rare conosciute come dislipidosi.

Segni e sintomi
La steatosi epatica è normalmente asintomatica e non si manifesta con segni evidenti esterni; è riscontrabile alla palpazione durante una visita medica per l’aumento del volume del fegato che risulta liscio, di consistenza molle e non doloroso alla pressione.

Diagnosi
Dopo un’accurata visita la diagnosi può essere confermata da un’ecografia e da un esame del sangue che evidenzieranno rispettivamente l’aumento di volume e l’accumulo di trigliceridi nel sangue.

Trattamento e prognosi
Una volta identificata la causa di steatosi epatica il trattamento va rivolto alla patologia responsabile. La steatosi è un danno in genere reversibile che guarisce quando si ristabilisce la normalità del metabolismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *