Il matrimonio diminuisce il rischio cardiovascolare 8 aprile 2014

salute donne

Fra le persone sposate è più bassa l’incidenza di malattie cardiovascolari rispetto a quelle divorziate, ai vedovi o ai single, soprattutto fra chi ha meno di 50 anni, che hanno il 12% in meno di probabilità di incorrere in una patologia vascolare; ma per chi ha fra i 51 e i 60 anni la probabilità scende al 7% e fra chi ne ha più di 61 scende ancora al 4%. È questa la conclusione di un ampio studio della School of Medicine del NYU (New York University) Langone Medical Center, condotto su oltre 3,5 milioni di adulti di età variabile fra i 21 e i 102 anni (media 64 anni), suddivisi fra sposati (69%), vedovi (13%), divorziati (9%) e single (8,3%), con una leggera maggioranza (63%) di donne.

Dei soggetti è stato monitorato lo stato delle arterie centrali (coronarie, carotidi, addominale) e quelle periferiche (gambe), e dall’analisi dei dati è emerso che il rischio cardiovascolare era significativamente più basso fra gli sposati e in misura minore fra i single, e più alto fra i vedovi e i divorziati.

I ricercatori statunitensi non hanno fornito indicazioni sulle cause di questo effetto, ma probabilmente svolgono un ruolo protettivo lo stato socioeconomico, migliore fra i coniugi, il beneficio emotivo dato dalla presenza di un’altra persona, e l’aiuto reciproco in caso di malattia. Il coordinatore della ricerca, Carlos Alviar, commenta: «I nostri risultati non devono certamente spingere la gente a sposarsi, ma è importante sapere che le decisioni relative alla propria vita privata possono avere importanti implicazioni per la salute vascolare».

I problemi cardiaci affliggono le persone sposate in una percentuale inferiore del 5% rispetto ai single, hanno anche l’8% in meno di probabilità di aneurisma dell’aorta addominale, il 9% in meno di malattia cerebrovascolare, e il 19% in meno di malattia arteriosa periferica; chi, invece, è divorziato o vedovo, ha una probabilità maggiore del 3% per qualsiasi malattia vascolare e del 7% per malattia coronarica.
Lo studio è stato presentato nel corso dell’American College of Cardiology’s 63rd Annual Scientific Session, che si è conclusa nei giorni scorsi a Washington.

 

Fonte
American College of Cardiology. “Marriage linked to lower heart risks in study of more than 3.5 million adults.” ScienceDaily. ScienceDaily, 28 March 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *