In caso di dieta, gli obesi preferiscono i medici sovrappeso 25 giugno 2013

mediciUno studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, di Baltimora, dimostra che i pazienti obesi, quando devono farsi prescrivere una dieta, ritengono più credibili i medici sovrappeso piuttosto che quelli normopeso, dimostrando che l’indice di massa corporea può fare la differenza nel rapporto medico-paziente obeso. Gli studiosi statunitensi, per valutare se i pregiudizi dei pazienti obesi legati al loro peso, fossero influenzati dal Bmi del medico, hanno analizzato a fondo i dati relativi a 600 pazienti obesi e sovrappeso, intervistandoli su quanto avessero fiducia nel loro medico di base, attribuendogli un punteggio da zero a 10, e, utilizzando sempre la stessa scala, su quanto si fidassero dello stesso medico quando forniva indicazioni su nuovi stili di vita da adottare per perdere peso, come la dieta e l’attività fisica.

Sara Bleich, del Dipartimento di Politica e Gestione Sanitaria, coautrice dello studio, spiega: «I pazienti sovrappeso si fidano dei consigli dei medici obesi di più di quelli dei medici magri; dai nostri risultati emerge che i pazienti obesi e sovrappeso si fidano comunque dei loro medici, quale che sia il loro peso corporeo.
Inoltre, i pregiudizi legati al peso percepiti dai pazienti aumentano con l’aumentare del Bmi (Indice di massa corporea) del medico; i pazienti obesi, cioè, si sentono maggiormente giudicati dai medici altrettanto obesi che non da quelli magri.

Gli studi futuri dovrebbero approfondire l’impatto del Bmi del medico sulla cura del paziente obeso; ma perché quest’ultimo si sente giudicato sul suo peso più dai medici grassi?
I pregiudizi peso-collegati degli operatori sanitari sono documentati da decenni, così come il minore rispetto che i medici hanno nei confronti dei loro pazienti più grassi, ma scoprire che i pregiudizi percepiti dai pazienti obesi aumentano con l’aumentare del Bmi del medico, non solo è controintuitivo, ma anche piuttosto sorprendente».
Quando però si tratta di consigli che riguardano la dieta, i medici di medicina generale con indice corporeo elevato sono ritenuti dai pazienti sovrappeso più affidabili rispetto ai medici normopeso.
La ricerca americana è stata pubblicata sulla rivista Preventive Medicine.

Fonte
SN Bleich et al – How does physician BMI impact patient trust and perceived stigma? Preventive MedicineAvailable online 4 June 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *