La contraccezione nelle donne obese 19 giugno 2013

obesità e contraccezione
L’obesità è causa di notevoli complicazioni durante la gravidanza; per questo le donne obese dovrebbero essere particolarmente motivate (anche dai loro ginecologi) alla scelta di un contraccettivo sicuro se non intendono intraprendere una gravidanza.

La scelta di un metodo contraccettivo, tuttavia, rappresenta anch’essa un problema” afferma Carlo Flamigni dell’AIED (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica) nel suo recente libro Contraccezione “anche perché questa tipologia di donne non è mai stato inserito negli studi epidemiologici condotti sui vari metodi anticoncezionali e quindi non esistono a tutt’oggi dei dati validi di riferimento.” Ecco una breve analisi dei principali metodi contraccettivi valutando pro e contro per la donna obesa.

I contraccettivi ormonali
(pillola, cerotto, anello, spirale progestinica, impianto sottocutaneo*)

  • Sebbene non ne sia nota l’entità, alcuni studi hanno sottolineato che il rischio di fallimento dei metodi contraccettivi ormonali è maggiore nelle donne obese rispetto alle donne in normopeso.
  • Nelle donne obese il fegato è già particolarmente sollecitato; considerato che tutti i contraccettivi a base di ormoni vengono metabolizzati attraverso il fegato una sua non completa funzionalità potrebbe tradursi anche in una riduzione dell’efficacia del contraccettivo.
  • Gli ormoni contenuti nei contraccettivi vengono assorbiti dal tessuto adiposo e questo contribuisce a ridurre i loro livelli in circolo nel sangue fino a valori tali da non poter svolgere pienamente l’azione contraccettiva.
  • Negli anni passati si è anche provato ad aumentare nelle donne obese il dosaggio degli ormoni contenuti nei contraccettivi ma ciò si accompagnava a una maggiore incidenza di effetti secondari indesiderati, soprattutto di episodi di trombosi per cui l’obesità rappresenta un notevole fattore di rischio.

* Non disponibile in Italia

Iniezioni deposito (medrossiprogesterone acetato)
Secondo quanto afferma Flamigni questo tipo di iniezioni “ha dimostrato un’ottima efficacia contraccettiva nelle donne obese, anche se in queste ultime il ritorno alla fertilità è più lento dopo la sospensione del metodo.

Spirale o IUD

  • In genere questi metodi non evidenziano variazioni di efficacia nelle donne obese e proprio per questo vengono da molti Consultori e ginecologi considerati metodi di scelta in caso di obesità.
  • Flamigni sottolinea anche altri vantaggi importanti: “…la spirale medicata con levonorgestrel è efficace nella prevenzione dell’iperplasia e dei polipi uterini nonché nella prevenzione dei tumori dell’endometrio per i quali l’obesità rappresenta un importante fattore di rischio.”
  • L’inserimento di una spirale può essere più difficoltoso in una donna obesa e durante la visita il ginecologo può avere la necessità di utilizzare speculum più grandi per riuscire a visualizzare bene il collo dell’utero.

Sterilizzazione

  • Le procedure più sicure sono quelle che non prevedono l’accesso dalla cavità addominale, in particolare la sterilizzazione delle tube per via isteroscopica.
  • Viene sconsigliata la via laparoscopica che nella donna obesa crea maggiori difficoltà, ha tempi di chirurgia più prolungati ed è associata a un rischio più elevato di complicanze.

 

I contraccettivi non sono tutti uguali e la scelta è personalizzata in base alle proprie necessità: il peso corporeo, la propria salute generale e lo stile di vita sono elementi importanti nella scelta del contraccettivo più adatto che andrà effettuata dietro consiglio del proprio ginecologo.

 

Fonti
Flamigni C , Pompili A – Contraccezione, L’asino d’oro 2010
Alison B Edelman et al – Impact of obesity on oral contraceptive pharmacokinetics and hypothalamic-pituitary-ovarian activity. Contraception. 2009 August ; 80(2): 119–127. doi:10.1016/j.contraception.2009.04.01

 

Risorse correlate
Inefficace la pillola del giorno dopo per le donne che superano gli 80 chili »

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *