La lipoaspirazione con il laser è più efficace di quella chirurgica 18 aprile 2013

Presso il Center for Laser and Interventional Surgery, di Atlanta, in Georgia, è stata sperimentata una nuova tecnica per ridurre il grasso: un laser termico a ultrasuoni abbinato alla lipoaspirazione, che consente, rispetto alla consueta lipoaspirazione chirurgica, una più efficace eliminazione del grasso, abbinata al mantenimento della tonicità dei tessuti, grazie alla stimolazione della produzione di collagene.
L’autore principale dello studio, Abbas Chamsuddin, spiega: «La lipoaspirazione, quando è effettuata con il laser, è meno invasiva, richiede ricoveri molto più brevi e asporta una maggiore quantità di grasso alla volta, ma soprattutto stimola la produzione di nuovo collagene, che è la proteina responsabile della tonicità e della compattezza della pelle. Il calore del laser, infatti, provoca una contrazione dello stesso collagene, che restringe così anche il tessuto cutaneo, eliminando il rischio più temuto conseguente alla liposuzione chirurgica, cioè il cedimento della pelle superficiale. Questo effetto collaterale si nota soprattutto quando si aspira il grasso dall’addome, ma con questa tecnica otteniamo invece un eccellente effetto ‘sculpting’, con rassodamento della pelle. Il nuovo laser emette calore solo in aree circoscritte e non scotta i tessuti, inoltre, l’intervento richiede un ricovero breve».
L’innovativa tecnologia, che è stata presentata nel corso dell’annuale congresso della Society of Interventional Radiology che si è tenuto nei giorni scorsi a New Orleans, è stata sperimentata per tre anni su oltre duemila pazienti (2.183), per il 75% donne; le zone trattate hanno interessato tutto il corpo, ma soprattutto pancia, fianchi, cosce, collo, braccia.

 
Fonte
Annual Meeting of Society of Interventional Radiology di New Orleans, 13-18 aprile 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *