Nei bambini anche lo stress emotivo può aumentare il rischio di obesità 20 novembre 2013

bambini sovrappeso

Secondo uno studio del Dipartimento di Pediatria dell’University of Michigan, gli adolescenti che da piccoli hanno vissuto numerosi e intensi stress emotivi, sono maggiormente a rischio di diventare obesi; come causa di sovrappeso grave, all’alimentazione sbagliata e alla sedentarietà, va quindi aggiunto lo stress.

Il primo autore dello studio, Julie Lumeng, specializzata nello studio del comportamento alimentare dei bambini, spiega: «L’adattamento allo stress cronico ha importanti implicazioni sulla salute e le malattie non solo degli adulti ma anche dei bambini, e l’associazione fra fattori di stress psicosociale e obesità infantile è stata documentata».

Fra i fattori che concorrono allo stress dei bambini, e che li inducono a mangiare per sentirsi meglio, con conseguente aumento di peso, ci sono la separazione dei genitori, un lutto in famiglia, e anche la salute fisica e mentale dei genitori, una struttura familiare non ottimale, lo stress socio-economico, l’esposizione al bullismo.

Prosegue Lumeng: «Abbiamo utilizzato i dati di uno studio osservazionale condotto su 1.364 famiglie, iniziato nel 1991, alla nascita di un figlio. Fra i 848 piccoli partecipanti, l’elevata quantità di eventi negativi aumentava il rischio di sovrappeso nell’adolescenza; inoltre, le probabilità di guadagnare peso aumentavano ancora a seconda della valenza negativa di ogni evento, specialmente se legato alla salute fisica o mentale dei familiari. Sono necessari interventi di prevenzione dell’obesità infantile mirati ai bambini che nella prima infanzia vivono avversità della vita particolarmente gravi o numerose».

Gli studiosi hanno osservato i ragazzi, di diversa condizione socio-economica, a quattro, nove, e 11 anni, e poi il loro sovrappeso a 15 anni, orientando la ricerca su tre obiettivi: verificare il collegamento fra gli eventi che avevano segnato la loro vita e il sovrappeso; valutare l’effetto della diversa intensità e valenza del tipo di eventi, e individuare le variabili ambientali e biologiche che potevano aver peggiorato gli eventi possibili cause di sovrappeso.

Alle madri è stato chiesto di rispondere alle domande di un questionario mirato a misurare i livelli di soddisfazione della vita dei loro figli all’età di quattro, nove e 11 anni, confrontando poi gli eventi della vita vissuta dai ragazzi, con il loro peso a 15 anni, e incrociando i dati con il loro sesso, etnia, livello di istruzione, eventuale obesità materna, l’attenzione della madre per il figlio e la capacità del ragazzo di controllare l’effetto gratificante del cibo. Lo studio statunitense è stato pubblicato sulla rivista ufficiale dell’Accademia Americana di Pediatria, Pediatrics.
Fonte
JC Lumeng et al – Overweight Adolescents and Life Events in ChildhoodPediatrics 2013. Published online November 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *