Novità Patente 2016: non potrà guidare chi soffre di apnee notturne 18 gennaio 2016

È quanto prevede il nuovo Decreto del Ministero dei Trasporti delle Infrastrutture del 22 dicembre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che recepisce una direttiva UE sulle patenti di guida.

 

A partire dal 2016 non potranno guidare l’auto e/o rinnovare la patente tutti coloro che soffrono di apnee notturne o di disturbi neurologici. E’ quanto prevede il nuovo decreto del ministero delle Infrastrutture, a recepimento di una direttiva europea del 2015. Questa novità obbligherà coloro che richiederanno il rilascio della patente per la prima volta o le persone che dovranno rinnovarla, a sottoporsi a test medici sull’eventuale presenza di Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS).
In particolare, nel testo del decreto si legge che “la patente non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti affetti da disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne che determinano una grave e incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell’attenzione.” Le stesse restrizioni verranno applicate anche ai soggetti che soffrono di disturbi neurologici.

Il decreto prevede peraltro che, con un adeguato trattamento sanitario che possa migliorare le condizioni dell’autista, si possa concedere l’idoneità alla guida. Si legge, infatti, che la commissione medica locale potrà, “autorizzare la guida in relazione allo stato evolutivo e alle capacità funzionali possedute, previa valutazione della compatibilità della sintomatologia sensitiva sensoriale, motoria e del trofismo muscolare.” In questi casi, i soggetti interessati dovranno dimostrare di essere capaci “di azionare, in condizioni di sicurezza, i comandi del veicolo della categoria per la quale si richiede il rilascio/rinnovo di validità della patente.” La validità non potrà comunque essere superiore ai due anni.

Il decreto legge rappresenta una prima fondamentale risposta per affrontare seriamente il problema della sonnolenza e dei colpi di sonno alla guida. Una recente ricerca scientifica – condotta da un’equipe di medici italiani e coordinata dal neurologo Sergio Garbarino, ha evidenziato che ogni anno in Italia l’OSAS provoca oltre 17.300 incidenti stradali, con più di 250 morti e 12.200 feriti, senza dimenticare gli enormi costi socio-sanitari calcolati in circa 1,5 milioni di euro l’anno soltanto per il nostro Paese.

I più recenti dati di epidemiologia indicano che l’OSAS di grado moderato e grave ha una diffusione nella popolazione adulta pari a circa il 50% nell’uomo e circa il 23% nella donna. L’OSAS non è solo causa di eccessiva sonnolenza, ma rappresenta anche un fattore di rischio ed è spesso associata alle principali patologie del mondo occidentale, quali obesità, sindrome metabolica e diabete, infarto del miocardio, ictus, fibrillazione atriale, scompenso cardiaco, disturbi cognitivi e insufficienza respiratoria. La diagnosi precoce e l’ottimale trattamento dell’OSAS rendono possibile prevenire la comparsa di tali diverse patologie o di migliorarne il controllo.

 

“L’OSAS – ha affermato il dr. Garbarino – rappresenta una patologia largamente diffusa e sottostimata nella popolazione generale, le cui dimensioni possono essere paragonate al diabete. L’elevato impatto socio-sanitario ha indotto l’Europa a emanare questa direttiva prontamente recepita dall’Italia grazie al lavoro di due commissioni ministeriali (Ministero Salute e Ministero Infrastrutture e Trasporti) a cui ho partecipato attivamente in collaborazione con altri colleghi esperti di altre discipline. E’ un passaggio di alto senso civico per migliorare la sicurezza sulle strade e la salute dei cittadini.”

 

Fonti
 L’apnea cambia il rinnovo della patente
– Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
– Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Decreto 22 dcembre 2015
Recepimento della direttiva della Commissione 2014/85/UE recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio concernente la patente di guida. (16°00299) (GU N. 9 DEL 13 GENNAIO 2016)
– ISS – Dipartimento ambiente e connessa prevenzione primaria, Reparto Ambiente e Traumi
OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT)
Sergio Garbarino et AL – La sindrome delle apnee ostruttive in sonno: una importante causa di incidenti stradali
www.iss.it/binary/stra/cont/L_2007_185.pdf
– PDL 1126 – Camera dei Deputati

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *