Obeso: in Gran Bretagna è meglio trovare un altro termine 9 maggio 2012

Secondo l’organismo che in Gran Bretagna è incaricato di valutare il rapporto costi-benefici dell’assistenza, delle terapie e dei farmaci, il termine ‘obeso’ è controindicato per definire le persone con gravi problemi di peso perché può essere inteso come denigratorio, spaventare i pazienti e avere un effetto negativo nei confronti della loro volontà di dimagrire.
Gli specialisti del Nice (National Institute of Health and Clinical Excellence), questo il nome dell’organismo, ritengono che i termini ‘obeso’ e ‘obesità’ possano essere utilizzati fra specialisti ma non nelle comunicazioni rivolte al pubblico, nelle quali dovrebbero essere sostituiti da termini più attenuati: “…Il termine obesità può rivelarsi inutile o addirittura controproducente perché alcune persone potrebbero considerarlo denigratorio; per esempio, sarebbe più efficace invitare i pazienti a ‘raggiungere un peso più sano’ piuttosto che a dimagrire”. Come una specie di censura verso un termine che viene considerato ‘politicamente scorretto’.
L’invito del Nice è contenuto nel testo dal titolo Obesity: Working with Local Communities, che non è ancora non arrivato alla sua elaborazione conclusiva ed è rivolto solo agli specialisti. Sulla stampa britannica sono già comunque cominciate le polemiche, con commenti come quello di Tam Fry del National Obesity Forum: «Si tratta di un approccio al problema estremamente paternalistico; si dovrebbe parlare alla gente in modo adulto ».

Fonte:
Adnkronos.com, 9 maggio 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *