Obiettivi realistici 21 gennaio 2012

L’obesità non rappresenta solo una condizione anomala di per sé, ma è forse la strada più rapida verso le più pericolose “malattie del benessere”. Ecco perché è lecito combatterla con qualunque mezzo.
Oggi fortunatamente l’arsenale a disposizione degli esperti si è arricchito di nuove armi. Ma sono gli stessi esperti i primi a mettere in guardia: ogni caso è a sé, quindi terapia personalizzata sempre e comunque. Solo così diventa sostenibile, vincente. Se l’obiettivo finale è raggiungere una cura “tagliata su misura”, l’approccio terapeutico non potrà che essere multidisciplinare. In altre parole dovrà far leva sul lavoro sinergico tra più figure mediche: il dietologo, il chirurgo, lo psicologo e così via.

Nessun medico, tuttavia, potrà mai avere successo se la persona obesa non ci mette del suo, maturando dentro di sé la convinzione che è arrivato il momento di agire.
A partire dallo stile di vita, ci suggerisce il dossier: abitudini alimentari, attività fisica, fumo…

La lotta alla obesità non prevede scorciatoie: i suoi punti di forza sono la volontà, la pazienza e la costanza nel tempo. Qualunque sia la terapia prescelta, qualunque siano le correzioni apportate nello stile di vita o i farmaci prescritti dal medico, è fondamentale tenere fede all’impegno preso con se stessi, ovvero non mollare. In caso contrario, la sindrome dello yo-yo è in agguato.

Certo non mancano i casi più difficili, per esempio quelli in cui l’obesità è associata ad altre malattie. Un’alternativa c’è e non è detto che sia la più difficile: la chirurgia della obesità o bariatrica. È, anzi, una soluzione di provata efficacia, che può cambiare (o addirittura salvare) la vita a molti obesi. Questo dossier spiega in modo dettagliato tutto quello che c’è da sapere sulle tipologie di intervento, i pro e contro, i risultati e i vantaggi (numerosi) nel lungo periodo. Negli ultimi anni, infatti, la chirurgia bariatrica ha fatto balzi avanti davvero sorprendenti. Accanto alla chirurgia non mancano trattamenti “dolci”, che si rivelano un prezioso supporto per approdare a una vita più leggera.