Storie e Testimonianze

Proclamati i vincitori della 1^ Edizione del Cinefestival #filmdipeso 15 novembre 2016

filmdipeso

“XXL” è il corto di Maria Francesca Silvestri che si è aggiudicato il premio Città di Latina.”Cronache di una rinascita” di Alberto Antonini si è aggiudicato il premio Giomi RSA. 

Con la premiazione di sabato pomeriggio, 12 novembre, la 1° Edizione del Cinefestival FilmdiPeso, sul tema “L’obesità e i suoi percorsi di vita”, indetta dalla UOC Chirurgia Generale & Bariatric Center of Excellence IFSO – EU della Sapienza Università di Roma – Polo Pontino, diretta dal Prof. Gianfranco Silecchia, in collaborazione con Amici Obesi Onlus, con il patrocinio di Provincia di Latina, Comune di Latina, Sapienza Università di Roma, S.I.C.OB. – Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità, S.I.O. – Società Italiana dell’Obesità, ADI – Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Cinica, ANDID – Associazione Nazionale Dietisti, SID – Società Italiana di Diabetologia e il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical SpA, giunge al suo termine. 

 

L’assegnazione dei premi e la motivazione della giuria 

Il corto “XXL” opera della giovane regista Maria Francesca Silvestri vince il premio “Città di Latina”. Il cortometraggio “Cronache di una rinascita” opera prima del regista Alberto Antonini si è aggiudicato invece il premio “Giomi RSA”. I premi sono stati assegnati dalla giuria composta dal direttore artistico del concorso Stefano Cioffi, dal produttore Simone Isola, dalla regista Paola Scola, dal direttore Film Festival ‘Lo Spiraglio’ Federico Russo, dal docente universitario DAMS Roma 3 Enrico Menduni e consegnati dal Sindaco di Latina, il Dott. Damiano Coletta.

“XXL” è stato premiato “…per la naturalezza della recitazione, l’affiatamento delle tre protagoniste in una produzione tutta al femminile, e la leggerezza con cui è stato affrontato il grande tema dell’obesità”. “Cronache di una rinascita” è stato premiato “…per il coraggio, la pertinenza al tema, la capacità di mettersi a nudo in ogni senso, la costanza di un’operazione poliennale, anche con un significato terapeutico che ha coinvolto il cinema – si legge nella motivazione della giuria. La giuria ha inoltre assegnato una menzione speciale al cortometraggio “Bellissima” di Alessandro Capitani.

cronache di una rinascita

Frame tratta dal Cortometraggio “Cronache di una rinascita” di Alberto Antonini, regista ed ex–obeso premiato al 1° cinefestival #Filmdipeso, di Latina

 

La forza delle storie e della loro narrazione 

XXL”, è la storia di tre amiche in sovrappeso che iniziano insieme una dieta home made. Periodicamente si incontrano per pesarsi ed allenarsi. Francesca, la più determinata del gruppo, prende il comando improvvisandosi personal trainer. Eleonora considera l’iniziativa un passatempo per stare insieme alle amiche. Chiara invece non riesce a perdere peso e tenta di nascondere la propria condizione anche a se stessa. Una sera Chiara, dopo i precedenti scarsi risultati, decide di non pesarsi. Ne scaturisce una lite. Il gruppo si divide e le tre amiche interrompono la dieta. Chiara è al supermercato, il carrello della spesa è vuoto. Esce, si misura un vestito, prende coscienza della sua problematica e ritorna dalle sue amiche. Insieme, riprendono la dieta e il percorso di cura. La regista Maria Francesca Silvestri così commenta la vittoria: ”il cortometraggio ha voluto mettere in evidenza la forza del gruppo nel condividere il problema dell’obesità, nonché le microdinamiche del singolo che vive un vero problema di peso”. 

Cronache di una rinascita” è il diario di viaggio del protagonista, un paziente obeso sottoposto ad intervento chirurgico di bypass gastrico realizzato con il format del documentario. Nato per raccontare e condividere i cambiamenti del protagonista durante il proprio percorso di cura, il corto illustra le novità positive del presente e gli aspetti negativi del passato, e cosa abbia significato essere obeso per il protagonista.

Rompiamo il silenzio sull’obesità e sulle complicanze associate

Gianfranco SilecchiaA margine della giornata, nata per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sulle tematiche dell’obesità e delle gravi malattie ad essa correlate, il direttore scientifico del Festival il Prof. Gianfranco Silecchia dichiara: “È stato un festival di grande successo con un’ enorme partecipazione di pubblico e un’alta qualità dei cortometraggi presentati. La sessione di medicina narrativa che ha seguito la proiezione dei dieci cortometraggi in concorso – continua Silecchia – ha visto la io speriamo che dimagriscopresenza di nomi importanti quali Marina Biglia, presidente di Amici Obesi Onlus, Matteo Cellini, vincitore del premio Campiello 2013, e Nicola Perrotta (Responsabile dell’ U.o.s.d. di Chirurgia Bariatrica di Villa d’Agri) che ha presentato “Io speriamo che dimagrisco…” la breve raccolta di testimonianze di pazienti obesi”.

Un corpus di opere di alto livello: dalla forma del documentario al film di inchiesta passando per l’autobiografia sino al film di finzione” – conclude la giuria “tutti meritevoli di un grande plauso”.

 

Per saperne di più è possibile visitare il sito www.filmdipeso.it o seguire la pagina Facebook Filmdipeso dove verranno presto pubblicati tutti i video selezionati per la manifestazione.

 

LINK UTILI 

– Guarda su FB l’intervento di Marina Biglia, Presidente di Amici Obesi Onlus » 

– Guarda su FB la proclamazione dei vincitori » 

– Guarda su FB la presentazione del progetto di medicina narrativa “Io speriamo che dimagrisco” ideato dal dott. Nicola Perrotta, responsabile dell’ U.o.s.d. chirurgia bariatrica Villa d’Agri Obesità, di Potenza, Basilicata »

– Guarda su YouTube il video “Volersi bene” del regista Claudio Conti in concorso a #FilmDiPeso » 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *