Si ingrassa di più se si mangia di notte e fuori orario 15 novembre 2012

Mangiare nelle ore che dovrebbero essere dedicate al riposo fa sì che il nostro orologio biologico accetti passivamente le calorie che si assumono, che non riescono così a essere consumate e si trasformano quindi in grasso.
I ricercatori dell’Institute for Translational Medicine and Therapeutics della Perelman School of Medicine dell’University of Pennsylvania, sono arrivati a questa conclusione studiando i topi cui avevano soppresso il Bmal1 (Gene orologio Arnti); lo stravolgimento delle abitudini alimentari di questi topi, così provocato, li ha portati a ingrassare, come spiega il coordinatore della ricerca, Garret FitzGerald, direttore dell’Istituto: «I nostri studi sui topi sono sorprendenti perché abbiamo scoperto che il consumo di cibi in orari normalmente dedicati al riposo porta a immagazzinare più energia e a diventare più grassi; in pratica, i topi ingrassano senza mangiare di più ma solo perché mangiano non in sincronia con il loro orologio biologico».
La ricerca statunitense è stata pubblicata su Nature Medicine.

 

Fonte
Georgios K Paschos et al –  Obesity in mice with adipocyte-specific deletion of clock component Arntl. Nature Medicine, 11 novembre 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *