Spuntini al lavoro: piccoli consigli amici della linea 4 febbraio 2015

Spuntini al lavoro: piccoli consigli amici della linea

Dedicarsi il tempo per una sana prima colazione (magari insieme a tutta la famiglia) è un ottimo modo per iniziare la giornata. Fa bene all’umore e alla linea. Consente anche di evitare snack e merendine nel corso della mattinata.

Portare con sé uno spuntino sano ed equilibrato è un’altra buona abitudine, per allontanare la voglia di dolci, cioccolata e snack salati nella pausa pranzo. Tenetene qualcuno di scorta da offrire ai colleghi: cambiare abitudini è più facile se lo si fa insieme a chi ci sta vicino!

1) Gli alimenti dal sapore deciso saziano più velocemente.

2) Sgranocchiare in continuazione è nemico della linea, anche se si mangiano cose sane. Meglio stabilire un orario per uno spuntino, per esempio a metà mattina o a metà pomeriggio. Il nostro organismo è molto abitudinario ed è meglio assecondarlo.

3) Una mela al giorno …. Leva il medico di torno è un consiglio evergreen. Le mele sono sempre disponibili e ne esistono innumerevoli varietà, per tutti i
gusti. L’ideale è cambiarle in base alla stagione. Una mela fornisce poche calorie rispetto ad altri frutti ed è ricchissima di fibre, sali minerali, vitamine, oltre che di flavonoidi. Contrasta stanchezza, inappetenza e nervosismo; protegge i denti, le mucose del tubo digerente e garantisce una buona funzionalità intestinale che stando sempre seduti alla scrivania è messa a dura prova. Perfetta la mela sgranata con la buccia (ben lavata!) perché contiene anche pigmenti ed altre sostanze preziose. Un trucco? Una mela non molto dolce può sostituire una patata nel minestrone di verdura, rendendolo meno calorico.

4) Occhio alle porzioni. Le quantità sono sempre un problema per l’aumento di peso. Questo vale anche per la frutta: ogni porzione di frutta dovrebbe avere le dimensioni di una pallina da tennis.

5) Piccole sostituzioni, più leggere. Un caffè espresso e un succo di arancia sono sicuramente più sani e leggeri rispetto a un cappuccino preparato magari con il latte intero e soprattutto consumato tutte le mattine (provate a pensare nell’arco dell’anno quanti cappuccini consumate e vi renderete conto). Una mela può sostituire i biscotti al cioccolato; l’acqua è un’ottima alternativa ad una lattina di bibita gassata che a lungo andare può favorire anche una sensazione di gonfiore addominale. Per una settimana al mese provate questo nuovo regime e vedrete come vi sentirete più leggeri ed attivi.

6) Il caffè amaro è meglio. Si gusta di più il suo aroma e si diminuiscono le calorie soprattutto se si è abituati a tagliarlo con sciroppi aromatizzati, confettini etc. Se lo preferite macchiato, chiedete del latte parzialmente scremato o magro. Se alla mattina avete bisogno di più di un caffè, chiedete un espresso un po’ più lungo.

7) Bere un tè verde o un tè bianco è una buona abitudine. Sono fonti ricchissime di antiossidanti in grado di combattere l’azione dei radicali liberi e di favorire la riduzione del colesterolo. Gli Esperti consigliano di berne almeno 2 tazze al giorno, abitualmente.

8) Yogurt magro. Secondo alcuni studi il calcio presente nello yogurt può aiutare l’organismo a scindere i grassi.

9) Le bevande gassate placano la sete ma apportano calorie e spesso stimolano la voglia di uno spuntino. Sono quindi da limitare se non si riesce proprio a eliminarle del tutto.

10) Smoothies e succhi vegetali. Sono energizzanti, allergri, gustosi e a basso tenore calorico. Da preparare con la frutta di stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *