Un tocco di colore fa bene all’umore 28 agosto 2013

CuoreElettrico

Picasso diceva: “I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni” e gli esperti sono d’accordo ma è vero anche il contrario.
Vestirsi colorati per esempio favorisce il buon umore e non è solo un luogo comune.

Gli studi più recenti, pubblicati dall’Associazione Internazionale del Colore (AIC da Association internationale de la couleur) fondata a Washington, USA, nel 1967, hanno dimostrato che le tinte calde e chiare, quelle che vanno dal giallo all’arancio, fino al rosso, da sole o combinate insieme, sono in grado di trasmettere sentimenti di gioia e favoriscono il buon umore. Gli studi documentano che le emozioni positive sono sempre associate a colori chiari mentre quelle negative si abbinano a colori scuri come il grigio, il marrone, il nero. Più una tinta è piena, satura di colore più comunica vitalità e ottimismo a se stessi e agli altri. Anche le combinazioni possono fare la differenza nell’immaginario collettivo: si è visto ad esempio che il rosso e il nero combinati insieme vengono sempre associati a sentimenti di rabbia, mentre il giallo e il nero suscitano reazioni di paura inconscia.

 

I colori sono legati agli oggetti della nostra esperienza
A differenza di quanto tendiamo a pensare i colori non sono astratti ma si associano alle nostre esperienze sin da piccolissimi: non a caso il rosso – simbolo per eccellenza di vita, passione –  è il primo colore ad essere percepito dai neonati; il giallo è simbolo di energia come la luce del sole e il blu è rilassante e benefico perché ci ricorda in modo inconscio il cielo e il mare, cartoline di un ambiente primordiale privo di pericoli che ci trasmettono benessere e pace con noi stessi.

 

Il nostro cervello ha delle aree specializzate per la memoria del colore
che influenzano le nostre capacità cognitive e quindi l’umore.

 

I colori che indossiamo: un fatto personale
Le nostre esigenze in fatto di colori cambiano insieme a noi. Per questo è importante che i colori che scegliamo di indossare riflettano o esaltino umori ed energie naturali che variano di giorno in giorno.

 

  • A volte basta un particolare (una sciarpa, una cintura, una cravatta, un braccialetto o un paio di orecchini) del nostro colore preferito per farci stare meglio.
  • Scuro, vivace o neutro?
    – Tendiamo a indossare i colori scuri quando ci sentiamo giù.
    I colori vivaci li preferiamo quando siamo più allegri.
    – I colori neutri li indossiamo quando siamo stanchi e vogliamo rallentare il ritmo.
  • Anche ciò che non indossiamo mai parla di noi
    Se per esempio non indossate mai il rosso, secondo i sacri testi i casi sono due: o siete “rossi” di natura e non ne avete bisogno oppure siete carenti di energia, sicurezza e iniziativa. In questo  caso vestirsi di rosso può essere utile per sviluppare una maggiore carica. Se proprio lo trovate troppo aggressivo potete sempre sceglierlo per l’intimo,  vi sentirete più desiderabili e determinate.

 

Psicologia dei colori
Di seguito vi riportiamo una tabella con le principali qualità – positive e negative – associate a ciascun colore nell’immaginario comune. Utile per interpretare i colori che indossate nelle diverse circostanze ma anche quelli che vi circondano.

colori

 

Fonti

  • Association internationale de la couleur
  • ColorPower Come puoi migliorare salute, relazioni e lavoro con il giusto utilizzo dei colori. Edizioni L’Età dell’Acquario, 2012
  • Brunelli PP – Il messaggio cromatico. Semiotica e psicologia della comunicazione a colori. IKon Editrice, 2010
  • Michel Pastoureau – I colori del nostro tempo, Ponte alle Grazie, 2010
  • Itten J – Arte del colore, Il Saggiatore, 2010
  • Luzzatto L, Pompas R – Colore & Colori, Il Castello Ed, 2009
  • Brunelli PP, D’Amico M, Riedel I – Colori. Nella religione, nella società, nell’arte e nella psicoterapia, Edizioni Magi, 2° ed 2005
  • Philip Ball – Colore. Una biografia. Tra arte storia e chimica, la bellezza e i misteri del mondo del colore,  BUR Biblioteca Universale Rizzoli, 2004
  • Manlio Brusatin – Storia dei colori, Einaudi  Ed, 1999

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *