Una cellula è in grado di proteggere dal diabete e dall’obesità 10 ottobre 2012

La rivista Immunity ha pubblicato lo studio di un team di ricercatori del prestigioso Trinity College di Dublino, secondo il quale il tessuto delle ‘maniglie dell’amore’ contiene un tipo di cellula immunitaria che protegge dall’obesità e dalla sindrome metabolica, preludio al diabete. Si chiamano Invariant Natural Killer T Cell (iNKT) e sono fondamentali per l’immunità, ma in caso di obesità si perdono, ma possono essere ricostituite perdendo peso; gli studiosi irlandesi hanno dimostrato che le terapie che attivano le cellule iNKT potrebbero aiutare nella cura del diabete, delle malattie metaboliche e dell’obesità.
Il Cordis (Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo) riferisce che il grasso omentale, il grasso che si forma sotto i muscoli dello stomaco e che viene chiamato ‘maniglie dell’amore’, contiene le cellule iNKT, come spiega uno degli autori dello studio, Lydia Lynch: «Abbiamo trovato una vasta popolazione di cellule iNKT nel tessuto adiposo dei topi. Ora abbiamo individuato il ruolo di queste cellule nella regolazione del peso corporeo e dello stato metabolico, probabilmente attraverso il controllo dell’infiammazione nel tessuto adiposo».
Secondo i ricercatori, un miglioramento del metabolismo e perdita di peso possono essere favoriti dall’alfa-galactosylceramide (Agc), un lipide che può rafforzare le cellule che sono state esaurite, contribuendo così all’inversione del diabete.

Fonte
L Linch et al – Adipose Tissue Invariant NKT Cells Protect against Diet-Induced Obesity and Metabolic Disorder through Regulatory Cytokine Production. Immunity, Volume 37, Issue 3, 574-587, 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *