Speciali UVSM

Valentina e Pina: due testimonianze delle molte presenti 18 febbraio 2016

Valentina e Pina, due delle numerose toccanti testimonianze, raccontate con coraggio ed estrema sensibilità dalle persone che hanno partecipato con interesse e coinvolgimento all’incontro “LIBERÀTI DA UN PESO” svoltosi a Viterbo il 30 gennaio 2016 e organizzato dal professor Vincenzo Bruni, responsabile del Dipartimento di ‎Chirurgia Bariatrica dellOspedale Belcolle di Viterbo, promotore dell’ evento per parlare della nutrizione nel delicato periodo che segue un intervento di chirurgia bariatrica.

 

Valentina e Pina

 

La testimonianza di Valentina: “…. Sapere di non essere soli è l’ingrediente più importante”    

“Le persone obese, spesso oggetto di derisione, vengono giudicate dalle persone “normali” con la convinzione che meritino tutte le aggravanti fisiche di cui soffrono.

Io sono una obesa patologica. Non parlo al passato perché anche se il mio corpo è ora sano, sono rimasta obesa nell’animo. C’è una grande differenza! Scegliere di aiutare persone come me non significa solo cucire uno stomaco per renderlo più piccolo, ma soprattutto comprendere la sensibilità grandissima che spesso si cela dietro comportamenti alimentari compulsivi e sbagliati, il cui solo scopo è punire sè stessi.

Il nostro percorso, o come la chiamiamo noi “la nostra rinascita“, ha inizio con l’intervento di chirurgia bariatrica ma si sviluppa per la maggior parte soltanto in seguito.

Ogni giorno da operato assisti a un piccolo cambiamento, non solo nella perdita di peso ma nella grande scoperta del tuo corpo che ti parla e, ora che lo sai ascoltare, ti chiede ciò di cui hai bisogno. Sapere di non essere soli è poi l’ingrediente più importante! Noi operati sviluppiamo una sorta di cameratismo per cui ogni nuovo membro viene accolto con grande entusiasmo in “famiglia”. Poter aiutare qualcuno che, timoroso e incerto, sta percorrendo il tuo stesso cammino, solleva lo spirito ed abbatte gran parte di quei ricordi umilianti e dolorosi che rimangono in noi come delle cicatrici.

Noi sappiamo che i comportamenti sbagliati e ciò che li innesca sono sempre lì dietro l’angolo, in agguato, ed è per questo che formiamo legami saldi tra di noi, proprio perché sappiamo che ogni giorno può essere quello della ricaduta e dunque ci affidiamo a cuore leggero gli uni agli altri.

Il nostro gruppo è coeso, anche perché sappiamo che l’equipe medica che ci ha riportati alla vita ci “legge” in un modo o nell’altro, attraverso gli amministratori e gli infermieri che vegliano su di noi.

In molti ci chiedevamo quali fossero i comportamenti corretti da adottare, perché ripeto, un corpo che cambia di continuo non è facilmente gestibile. Per questo motivo l’iniziativa del Dottor Bruni di promuovere un incontro sull’alimentazione dei pazienti bariatrici è stata accolta con tale grande entusiasmo. Abbiamo avuto la possibilità di confrontare viso a viso le nostre esperienze, guidati dallo staff medico presente, e di proporre a tutti i dubbi e le domande di ognuno di noi, scoprendo alcune similitudini in alcuni percorsi, così come grandi differenze in altri.

Manifestazioni di questo tipo consentono di vivere più serenamente la rinascita di cui siamo protagonisti poiché, coadiuvati anche a livello psicologico, possiamo guarire dall’obesità non solo nel fisico ma anche nello spirito.

Testimonianza di Valentina, operata di bypass gastrico nel settembre 2014, con un peso iniziale di 122 chili e un peso attuale di 56

 

 

La testimonianza di Pina: “… Per noi è sempre importante sapere come e cosa mangiare.”

“Buongiorno a tutti, sono una paziente del dott. Vincenzo Bruni, che opera al Belcolle di Viterbo, ho fatto un bypass gastrico, e da quel momento ho perso 75 kg, e riacquistato la salute. Sabato 30 gennaio il dott Bruni ha organizzato un incontro con noi pazienti, la nutrizionista e una chef. Con la nutrizionista abbiamo parlato delle linee giuda da tenere dopo un intervento bariatrico, e la chef ci ha fatto vedere, come preparare una ricetta adatta a noi pazienti bariatrici. Questo incontro è stato molto importante e pieno di emozioni, anche perché chi come noi, che ha combattuto l’obesità, per la maggior parte della vita, è sempre importante saper come e cosa mangiare, per non ricadere nelle vecchie abitudini, che ci hanno sconvolto l’esistenza.

Testimonianza di Pina, operata di bypass gastrico nel settembre 2013, con un peso iniziale di 147 chili e un peso attuale di 73.