Diversione biliopancreatica (BDP) – Tecnica di Scopinaro, Marceau, Vassallo

La diversione biliopancreatica (BPD) è l'intervento malassorbitivo che viene più utilizzato. Lo stomaco viene resecato in parte in modo da lasciare un residuo dell'organo della capacità di circa 200-500 cc. Durante l'intervento viene asportata anche la coleicisti al fine di prevenire la formazione di calcoli. Lo stomaco residuo viene direttamente collegato (anastomosi) a un tratto di interstino tenue (porzione mediana: ileo) sezionato a circa 2,5-3 metri dalla valvola ileo-cecale per formare il nuovo canale alimentare.... Continua a leggere