Come misurare il tuo girovita

27 aprile 2012

La circonferenza addominale, in combinazione con il valore dell’Indice di Massa Corporea (IMC), rappresenta un parametro predittivo molto importante per determinare il grado di obesità e i rischi di salute associati. Un accumulo di grasso viscerale cioè nella parte dell’addome, di tipologia maschile (obesità androide o a mela) aumenta il rischio di cardiopatie, ipertensione, diabete etc e la mortalità in genere, rispetto ad un accumulo di tipo femminile (prima della menopausa) (ginoide o a pera) nella parte inferiore del corpo (cosce, glutei).

Ecco come misurare la tua circonferenza vita.

La misurazione del girovita è un metodo semplice, pratico ma con una buona attendibilità.

  1. Prendi un comune metro a nastro, non elastico.
  2. Posizionati davanti ad uno specchio (sarà più semplice controllare di eseguire correttamente la misurazione). L’addome deve essere nudo.
  3. Posiziona il metro a livello della vita, in linea orizzontale, parallela al pavimento.
  4. Ricorda che il punto vita è la parte più stretta dell’addome (quella che normalmente si trova subito sopra il bordo superiore delle creste iliache)
  5. Se la vita non è ben evidente tieni come punto di riferimento l’ombelico. Il nastro dovrà essere sempre in linea parallela al pavimento.