Speciali UVSM

Vantaggi economici della chirurgia bariatrica 23 aprile 2012

Alcuni studi hanno valutato i costi socio-economici dell’approccio con chirurgia bariatrica. Dopo 5 anni dall’intervento chirurgico (follow-up), rispetto al trattamento convenzionale (terapia farmacologica), la chirurgia metabolica non solo si è dimostrata più efficace e più sicura, ma ha consentito anche un risparmio economico.

In particolare, in Italia il bendaggio gastrico regolabile e il by-pass gastrico permettono una riduzione dei costi rispettivamente di € 1.107 e € 1.670 per paziente, che si traduce in un risparmio sul budget di 1.107 e 1.607 milioni di euro ogni 1.000 pazienti trattati (vedi figure).

Costi cumulati in Italia, per singolo paziente, del trattamento convenzionale (CT), del bendaggio gastrico (AGB), del by-pass gastrico (GBP) e relative differenze (CT-AGB e CT-GBP).

 

La crescente epidemia di obesità e di obesità associata a diabete di tipo 2 può causare una significativa riduzione dell’aspettativa di vita e un sovraccarico dei costi socio-sanitari diretti ed indiretti. Un’accurata analisi del rapporto costi/efficacia eseguita di recente da alcuni autori italiani, Terranova L, Busetto L e altri autori (2012), hanno documentato in modo consistente che gli anni di vita guadagnati con la chirurgia bariatrica possono essere ottenuti a un costo ragionevole e conveniente. Nei pazienti con costi sanitari molto elevati correlati all’obesità e alle sue comorbidità come il diabete di tipo 2, l’utilizzo della chirurgia bariatrica richiede un investimento economico iniziale ma può consentire un risparmio dei costi in un periodo di tempo relativamente breve.

Costo/beneficio della chirurgia bariatrica in pazienti obesi con diabete di tipo 2
Il trattamento del diabete di tipo 2 copre una parte sostanziale dei costi diretti dell’obesità. Il rischio di diabete di tipo 2 è 11 volte più alto nei soggetti obesi rispetto ai soggetti normopeso e i costi diretti della gestione medica dei soggetti diabetici-obesi è stata stimata intorno ai 36,6 $ USA già nel 1999. La chirurgia bariatrica ha dimostrato in un’ampia mole di studi clinici di poter determinare un sostanziale miglioramento del diabete di tipo 2 con una rapida riduzione nell’uso dell’insulina e della terapia ipoglicemizzante orale.
Uno studio condotto nel 2006 ha analizzato il rapporto costo-beneficio del bendaggio gastrico regolabile e del bypass gastrico rispetto alla terapia medica convenzionale (dieta, attività fisica e farmaci anti-diabetici) in pazienti diabetici con IMC ≥ 35 kg/m2 in Germania e in Francia.
In entrambi i paesi, le due procedure sono risultate meno costose rispetto alla terapia convenzionale nei 5 anni successivi all’intervento chirurgico, con un risparmio netto da 3.586 € a 5.877 € a seconda del paese e della procedura.
Tale risparmio tende ad aumentare nel corso degli anni perché i costi diretti legati alla procedura di chirurgia bariatrica tendono a diluirsi nel tempo, mentre i risparmi relativi alla riduzione dei farmaci anti-diabetici tendono ad accumularsi.
In Germania, il bypass gastrico è stato 1.359 € più costoso rispetto alla terapia convenzionale nell’anno dell’intervento chirurgico, scendendo a 322 € meno costoso nel secondo anno, e arrivando ad essere 5.030 € meno costoso dopo 5 anni. Un andamento simile si è osservato per il bendaggio gastrico: 2.459 € più costoso rispetto alla terapia convenzionale nel 1° anno, 681 € meno costoso nel 3° anno, e 3.586 € meno costoso dopo 5 anni. Tendenze analoghe si sono osservate in Francia. In termini d’impatto sui budget sanitari, questi dati si traducono in importanti dati macroeconomici.
In Germania, per trattare con by-pass gastrico 1.000 pazienti con obesità patologica associata a diabete di tipo 2 possono essere necessari 1.360.000 € di spesa aggiuntiva nell’anno delle chirurgia bariatrica, ma ciò può tradursi in un netto risparmio, di 5.030.000 €, dopo 5 anni dall’intervento.
Il trattamento di 1.000 pazienti diabetici con bendaggio gastrico può a sua volta determinare un costo aggiuntivo di 2.460.000 € per il primo anno che porta a un risparmio di 3,59 milioni di euro dopo 5 anni. I dati francesi sono simili: dopo 5 anni dall’intervento hanno evidenziato un risparmio di 5.870.000 € per ogni 1.000 pazienti diabetici trattati con bypass gastrico e di 4.480.000 € per ogni 1.000 pazienti diabetici trattati con bendaggio gastrico.

Nell’analisi dei costi/benefici della chirurgia bariatrica, o metabolica, va infine considerato che i costi diretti delle procedure bariatriche con l’affinamento delle esperienze chirurgiche è andato riducendosi negli ultimi anni e probabilmente continuerà a ridursi anche negli anni a venire.

Fonte
Terranova L, Busetto L et al – Bariatric Surgery: Cost-Effectivemess and Budget Impact. Obesity Surgery (2012) 22: 646-653

 
 
 

diabete UVSM