Speciali UVSM

Il Centro di Chirurgia Bariatrica del Campus Bio-Medico 6 aprile 2018

Intervento del prof. Vincenzo Bruni, Responsabile UOC di Chirurgia Bariatrica del Policlinico Campus Bio-Medico, Roma

 

Da diverso tempo è attivo presso il Campus Bio-Medico di Roma un Centro dedicato alla Chirurgia Bariatrica, diretto dal prof. Vincenzo Bruni, Responsabile del Centro, ha una vasta esperienza – di oltre dodici anni – che l’ha visto operare oltre 2500 casi di obesità grave.

Il Campus Bio-Medico di Roma rappresenta un Centro di Eccellenza all’avanguardia, un Policlinico Universitario nel quale questo tipo di attività di elezione è estremamente facilitata, con grande comfort per il paziente e grande organizzazione di tutto il lungo clinico.

 

 

Il Centro di Chirurgia Bariatrica al Campus Bio-Medico è organizzato secondo quelli che sono i criteri stabiliti sia dalla Sicob (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità) ma più in generale secondo quelle che sono le Linee Guida della Federazione Internazionale di Chirurgia dell’Obesità (IFSO, International Federation for the Surgery of Obesity and Metabolic Disorders).

 

Un’équipe multidisciplinare completa …

La chirurgia dell’obesità è un trattamento che deve essere multidisciplinare, quindi l’équipe per la cura dell’obesità del Campus Bio-Medico è stata organizzata secondo queste linee di principio: è presente un’équipe multidisciplinare completa che comprende nutrizionista, psicologo, endocrinologo, pneumologo, anestesista, fisioterapista ed altri specialisti in base alle singole necessità, che seguono il paziente sin dall’inizio del suo percorso e lo seguono anche dopo l’intervento chirurgico (follow up) perché gli insuccessi nascono dall’abbandono del percorso che è dovuto in parte alla scarsa o mancata adesione del paziente al trattamento ma in parte anche a una carenza di organizzazione dell’équipe che lo sta trattando.

                    

… in sinergia con un’organizzazione di grande efficienza

Al Centro di Chirurgia Bariatrica del Campus Bio-Medico si è cercato di evitare questo problema, creando un’organizzazione molto ben articolata prima di iniziare l’attività clinica e quindi creando a priori un’équipe multidisciplinare che si vede e interagisce continuamente, discutendo caso per caso e analizzando tutti i pazienti per porre quella che è l’indicazione giusta. In alcuni casi, anche la chirurgia dell’obesità può fallire, anche i risultati della chirurgia possono essere insoddisfacenti ma questo aspetto nasce spesso da un’indicazione non appropriata sul tipo di intervento e anche sul tipo di percorso che il paziente segue dopo l’intervento stesso (follow up).

 

Il ruolo fondamentale del Care Manager

L’équipe multidisciplinare del Centro di Chirurgia Bariatrica del Campus Bio-Medico lavora insieme al paziente dalla presa in carico fino a tutto il follow up e quindi al periodo dei controlli postoperatori. Tutto questo percorso, tarato sul singolo paziente, è orchestrato da una figura fondamentale che non è tanto il chirurgo bariatrico quanto piuttosto la Care manager che prende in carico direttamente, personalmente, fisicamente ciascun paziente, sin dalla prima visita e lo segue lungo tutto il suo percorso, rappresentando così un punto fermo di riferimento per ogni necessità organizzativa e/o d’informazione e(o criticità. La Care Manager è una figura fondamentale che fa da trait d’union tra il paziente e tutta l’équipe multidisciplinare e tutte le figure che possono essere coinvolte durante le varie fasi del percorso. “La figura del Care Manager è per noi fondamentale” sottolinea il prof. Vincenzo Bruniperché gestisce il paziente lungo tutto il suo percorso e poi per anni in quanto il follow up dopo l’intervento dura anni; è giusto che questi pazienti vengano seguiti e controllati nel tempo perché gli interventi possono anche portare ad effetti collaterali indesiderati , anche importanti.”

 

Il paziente che si rivolge al Centro di Chirurgia Bariatrica del Campus Bio-Medico viene quindi preso in carico dalla Care Manager che organizza l’équipe multidisciplinare, gli vengono pianificati gli appuntamenti di valutazione da parte di endocrinologo, psicologo e nutrizionista. L’équipe dà un’idoneità di massima o meno all’intervento chirurgico. Ottenuta quest’ultima, si passa alla fase pre-chirurgica e di pre-ospedalizzazione con la valutazione da parte di pneumologo, ematologo e anestesista (e altri specialisti, se necessario) e il paziente viene infine accompagnato all’intervento chirurgico vero e proprio. Il ricovero avviene lo stesso giorno dell’intervento, dopo aver seguito una dieta di preparazione che serve soprattutto per ridurre il volume del fegato che in genere presenta steatosi (fegato steatosico) nel paziente con obesità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *